I Cooperatori classificati alla GF Liotto

Il resoconto della GF Liotto
Scarica la classifica dei Cooperatori >>>
Scarica la classifica Generale >>>
 
Giorno: sabato 10 aprile
Ore: 15
Temperatura: 24°
Cielo: Sereno
 
Chiunque, conoscendo questi dati direbbe :”E’ il clima ideale per una corsa in bicicletta!” La domenica invece sembrava di essere entrati in un incubo, ma di quelli brutti…Acqua a secchiate, alberi piegati dal vento e temperatura in picchiata…sembrava di essere tornati a un mese fa, quando invece che nella pianura padana pareva di essere in una steppa russa…questo inverno non se ne vuole andare!
 
Ma i nostri sono dei duri, e non sono 4 gocce a spaventarli…nonostante il venerdì Livio avesse fornito ordini cervellotici ma dettagliati su luoghi di ritrovo ed orari di partenza per Valdagno (VI) i Cooperatori si sono avviati, rigorosamente in ordine sparso e senza il benché minimo rispetto delle disposizioni, verso la città veneta.
 
Mentre la pioggia aumentava di intensità l’umore dei granfondisti rabbuiava sempre più…nessuno aveva voglia di sfidare gli elementi e il futuro era sempre più nero.
 
Al casello di Montecchio Maggiore la situazione era “meno peggio”; la pioggia era cessata, ma larghe pozzanghere facevano capire che il fortunale si era abbattuto nottetempo su quelle che sarebbe stato il percorso della gara…a questo punto il pericolo era rappresentato dalle strade scivolose…e da un cielo che non era per nulla rassicurante.
 
In griglia i nostri sono entrati presto…qualcuno, distratto, ha sbagliato griglia…chissà perché quando uno sbaglia finisce sempre in quella davanti e mai in quella dietro…ma sarà il caso…e il caso, ricordiamocelo, si accanisce su tutti e chi è senza peccato scagli la prima pietra.
 
La partenza ritardata di 10 minuti è stata umida per via dell’asfalto bagnato, ma per fortuna non ha creato problemi. Il gruppone dei 2000 iscritti si è arrampicato sul Passo Xon, prima asperità della giornata, a medie ragguardevoli, e poi si è buttato in discesa, rischiando per via della patina scivolosa che rendeva pericolosa la strada.
Nessun problema per i nostri eroi, e mentre il sole faceva capolino fra le nubi riscaldando i muscoli i chilometri al traguardo calavano lentamente.
 
La gara proseguiva regolare fino alla divisione dei percorsi: chi faceva il medio doveva percorrerne solo 15 e il nuvolone nero che si stava addensando sulle teste dei granfondisti non preoccupava più di tanto.
Quelli del lungo invece dovevano affrontare ancora due salite, e l’ultima era lunga 15 chilometri.
La prima salita, faticosa, passava senza infierire sugli atleti…poi le prime gocce di pioggia durante la discesa annunciavano che il futuro sarebbe stato bagnato…e non era la salita a mieter vittime, ma la successiva discesa.
La temperatura calava di colpo e LA NEVE cominciava a scendere rendendo polare la situazione…era il giorno 11 aprile…chi l’avrebbe detto il giorno prima.
Ma la strada da percorrere ormai era poca e tremanti e bagnati, tutti i “lunghisti” conquistavano l’arrivo.
Stavolta non siamo riusciti a conquistare il podio, ma le squadre che partecipavano al “Challange Giordana” avevano numeri troppo importanti.
Siamo arrivati quinti, e primi delle società iscritte al “Regioni”; il nostro primo posto nella generale del circuito ha ricevuto un altro puntello, e il traguardo della vittoria si avvicina sempre di più.
Ottimi risultati dai nostri “Vecchietti Terribili”: stratosferici Caselli e Gualerzi, per i quali pare gli anni non passino mai, con un quinto ed un terzo posto di categoria ed una gara passata a dare lezioni di ciclismo ad atleti con la metà dei loro anni…veramente grandi!
Quinto di categoria anche Cesarino Valentini, indomabile decano dei granfondisti.
Gran premio della “sfiga” a Matteo Zanetti…rompere il forcellino del cambio sull’ultima salita non capita tutti i giorni (per fortuna). E’ arrivato lo stesso, in compagnia dei due angeli custodi Cecere e Bendotti, sempre da medaglia quando si tratta di dare una mano ad un amico in difficoltà…ed è questa l’immagine con la quale si chiude la GranFondo Liotto…se sei un Cooperatore, non sarai mai solo!
 
IL PROFETA
3 commenti
  1. BRUNO IL POLEMICO
    BRUNO IL POLEMICO dice:

    P.S. ESISTONO ANCHE OTTIMI ATLETI NOSTRI ASSOCIATI, CHE PRIMEGGIANO NELLE GARE AMATORIALI (BUCHIGNANI, ZANIBONI, MAGNANI) MA DI LORO NON SI PARLA MAI…..

  2. lori
    lori dice:

    Grazie, Profeta, delle parole messe al posto e al momento giusto nel grazioso e veritiero commento, solo un piccolo appunto, vecchio SI statosferico NO. Chi si impegna spesse volte viene premiato, io ci provo sempre e qualche volta sorride anche a me. ciao a tutti.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi