I Cooperatori Classificati alla GF Fi’zi:K

Siamo tornati in Veneto, e non in gita!

La Cooperatori ha mosso la sua “Invincibile Armata” nelle terre del nordest ed ha dimostrato di essere formazione di spessore, capace di dare filo da torcere agli squadroni composti da 100 e più agonisti; alla fine siamo arrivati quarti e abbiamo riattraversato il Po’ con cesti carichi di prodotti locali ed un “bamben” di circa mezzo metro, che ha gloriosamente terminato i suoi giorni all’interno della “Ca ed Pepino” del cooperatore Gianluca Braglia.

Gianluca da ciclista si è trasformato in ristoratore e bisogna dire che è stata una piacevole sorpresa; lo aspettiamo sulla sua specialissima per pedalare di nuovo insieme come qualche tempo fa, perché i Cooperatori non lo dimenticano!

La gara si è snodata durissima sulle montagne che in parte avevano caratterizzato anche la gran Fondo Liotto e ha confermato le attese della vigilia; anche i Cooperatori hanno dovuto pagare un pesante tributo!

Si è passati dal PROFETA in “pita” colossale, i cui resti hanno tagliato il traguardo dopo aver assunto sembianze gelatinose su ogni cavalcavia, a SERGIO, che stava volando ed ha finito di volare macinandosi sul ruvido asfalto della Val Leogra (ma è risalito in bici ed ha ripreso a pedalare ancora più forte), a LIVIO, che ha dato tutto, ma talmente tutto che non è rimasto più niente…nemmeno Livio…Livio che giunto alla CesareCar si è accasciato flatulente al suolo emanando miasmi talmente mefitici da creare nei suoi compari il dubbio: chiamiamo il 118 o gli spazzini? Il primo numero era gratuito e così è arrivata l’Ambulanza che lo ha trasportato nel luogo deputato, da dove è uscito in tarda serata, minato nel fisico, nel morale e nel portafoglio…già, perché mentre si stava pensando se era il caso di chiamare un Sacerdote per l’estrema unzione, qualche ignoto ha ben pensato di mettere le mani avanti…sui portafogli dei nostri caduti…oltre al danno (fisico) un altro danno (economico)…ma è arrivata anche la sera…per fortuna!

Le terre scledensi hanno portato anche gioie e non solo dolori; era l’ultima tappa del Giro delle Regioni valevole per la classifica individuale, e i Cooperatori sono tornati a Reggio Emilia carichi di gloria!

Le classifiche finali hanno premiato i nostri colori… i risultati dimostrano che siamo un gruppo solido, coeso, bravissimo a tavola ma quando si tratta di pedalare forte esprimiamo individualità che non sono seconde a nessuno!

Complimenti ai nostri campioni, che hanno tenuto alto il nome della Cooperatori in mezza Italia…sono nomi, quelli che seguono, che suscitano rispetto in tutti gli appassionati di ciclismo.

Nei percorsi lunghi ha terminato al 2° posto STEFANO SALSI (cat. V2), al 3° posto LORIS CASELLI (cat. G2), mentre in cat. SG1 hanno maramaldeggiato  LORIANO GUALERZI (1°) SERGIO CAVATORTI (4°) e CESARE VALENTINI (5°).

Nei percorsi medi 5° GIANLUCA GOZZI (cat. S), 3° ANDREA MAGNANI (cat. M1), 2° GIULIANO VERONA (cat. V2), 1° MARCO GIAROLI (cat. G1).

Ora rimane solo la nostra GranFondo ed il Giro delle Regioni sarà concluso…siamo partiti per vincerlo e ci stiamo riuscendo; a distanza di tanti anni la Cooperatori tornerà davanti a tutti. Abbiamo fatto, insieme, una cosa grande e dobbiamo esserne veramente fieri, perché

NON SIAMO NATI PER ARRIVARE SECONDI!

Scarica la classifica dei Cooperatori >>>

Scarica la classifica completa >>>

1 commento
  1. lori
    lori dice:

    Per alcuni giornata da dimenticare e da non ripetere. Voltiamo pagina. Guardiamo avanti. Altri traguardi ci aspettano, uniti e compatti come sempre.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi