COPPA LOMBARDIA 2012

LA COOPERATORI ANNICHILISCE LA CONCORRENZA!partenza

COPPA LOMBARDIACosa dire…ormai non fa nemmeno più notizia…la Cooperatori ancora una volta sale sul gradino più alto del podio in un circuito granfondistico. Negli scorsi anni abbiamo fatto nostro il Brevetto dell’Appennino e il Giro delle Regioni, con margini enormi sulle altre società.

Quest’anno abbiamo deciso di accettare una sfida che metteva timore, perché gli anni scorsi chi aveva combattuto per la vittoria era stato in grado di portare alla fine un numero enorme di atleti…ogni grande squadra deve essere un mix di coscienza dei propri mezzi e di umiltà, perché gli avversare non devono mai essere sottovalutati. Ed era questa l’incognita…sarà in grado la Cooperatori di far onore alla sua maglia e primeggiare anche nella Coppa Lombardia? Eravamo sicuri di poter contare su un gruppo granitico di “finisher” che avrebbero garantito alla squadra un corposo gruzzolo di silometri, ma il regolamento del circuito non dava garanzie, almeno in corso d’opera…solo i brevettati avrebbero portato punti, e fino alla fine non si sarebbe saputo quanti di noi avrebbero conquistato il brevetto…e nemmeno quanti avversari lo avrebbero fatto. La prima prova era la classica di inizio stagione fra gli ulivi della Liguria; a Laigueglia, pur fra sventure intestinali e altre amenità, la Cooperatori ha ricaricato sul suo torpedone oltre 2000 km…un bel malloppo, non c’è che dire, ma sapevamo già che i lombardi del Pianeta Bici-Team Giordana erano stati bravi almeno quanto noi. La seconda tappa era alla “Perini” di Carpaneto Piacentino, e anche da li siamo tornati nella città del Tricolore con oltre 2000 km. E gli altri? Non c’erano certezze, ma i “lumbard” erano in tanti…lo avremmo saputo solo alla fine, ma avevano fatto meglio di noi!!! Terza fatica dell’anno alla “Tre Laghi”, e i km in saccoccia stavolta erano quasi 3000…anche qui non lo sapevamo, ma il sorpasso era avvenuto. Ora era la volta di Brescia, che ospitava la quarta prova della Coppa Lombardia fra le “Valli Bresciane”; la fatica dei nostri atleti veniva adeguatamente ricompensata con un bottino di oltre 2700 Km e gli avversari schiantati…la seconda società in classifica era distanziata di 600 km e il traguardo cominciava ad avvicinarsi. A Sondrio ci aspettava la quinta prova, la GF Alpi…tuoni, fulmini e saette, ma i nostri si sono dimostrati invincibili, e in condizioni ambientali da tregenda hanno conquistato la piazza d’onore nella tappa e rafforzato la leadership nella classifica generale. Sesta tappa in quel di Salice Terme per l’”Oltrepo’ Pavese”, e altra vittoria parziale della corazzata reggiana, che ormai era ad un passo dal trionfo. La settima ed ultima prova, la GF Giordana era in programma all’Aprica , e la Cooperatori si è presentata all’appuntamento con la consapevolezza di aver dato il meglio di se…solo al termine della gara sarebbe stato possibile stilare la classifica per le società, e anche se sapevamo di essere in lizza per la vittoria la certezza, proprio per la formula del circuito, ancora non c’era.

Dopo aver pedalato ognuno al meglio delle proprie possibilità non restava che aspettare…e l’attesa è stata dolcissima…primo posto assoluto con 16160 punti, con la seconda società staccata di 2500 lunghezze…UN TRIONFO!!!

Ed è stato un trionfo anche quello di Claudio Colli, che al primo anno da Cooperatore ha affrontato l’impegno con una costanza ed uno spirito di sacrificio non comuni, si è allenato con una serietà che non si trova nemmeno nel mondo professionistico, si è sciroppato km e km di salite per poter migliorare quello che definiva il suo punto debole…la discesa. Ma uno come Claudio punti deboli non ne ha; grazie al suo carattere ed alla sua generosità si è portato a casa (e fa bella mostra di se nella Sala Riunioni della sede) la maglia del vincitore nella categoria M5…da applausi!!!

Ed è stato un trionfo anche quello di Davide Bendotti, autore di sforzi non umani, per conquistare la maglia nera nelle GranFondo ed esprimere uno spirito sportivo che probabilmente non ha eguali nel panorama granfondistico nazionale…pare che sia stato visto addirittura nascosto nei fossi, ma sicuramente è solo bravura!

A parte gli scherzi, Davide rappresenta un esempio per tutti noi…

e non solo!

E allora grazie, grazie a tutti quelli che hanno conquistato il brevetto ed insieme ci hanno portato a conquistare una vittoria sofferta e meritata, un altro alloro da mettere in una bacheca già zeppa di successi.

Grazie a Diego Roberi, Fabio Fontanesi, Andrea Magnani, Roberto Camorani, Jaures Ferretti, Corrado Ascari, Matteo Zanetti, Loris Caselli, Loriano Gualerzi, Mauro Salsi, Daniele Ferrigno, Sergio Cavatorti, Claudio Maccari, Davide Bendotti, Cesare Valentini, Claudio Colli, Fausto Fornaciari, Fabio Caiti, Cristian Venturelli, Nicola Iafulli, Alessandro Castagnetti autori di una cavalcata trionfale nonostante il solleone e la tempesta abbiano provato in tutti i modi a metter loro i bastoni fra le ruote…

grazie a tutti loro la Cooperatori non si ferma mai!!!

E complimenti ai nostri Campioni che hanno conquistato grandi risultati nella classifica generale:

MedioFondo

M2 – 3° Magnani e 7° Zanetti
M5 – 1° Colli, 14° Maccari, 25° Camorani e 29° Roberi
M6 – 6° Caselli
M7 – 10° Redeghieri
M8 – 4° Valentini e 12° Ferretti

 

GranFondo

M5 – 2° Fornaciari
M7 – 3° Cavatorti e 4° Gualerzi

E il 28 ottobre a Forcola di Sondrio ci saranno le premiazioni della Coppa Lombardia…saremo sul gradino più alto del podio, nel posto che ci spetta di diritto, perchè VITTORIA e COOPERATORI sono fatte l’una per l’altra!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi