Amatori – Giro Sardegna 1^ tappa

Per i nostri eroi che hanno varcato il Tirreno era il giorno della cronometro, 1^ tappa del 17° Giro di Sardegna.
Già ieri ci si era accorti di essere arrivati nella terra del pecorino…il grande Tonino Scarpitti infatti aveva comunicato che la gara odierna sarebbe stata effettuata nonostante fossa stato negato il permesso…neanche il mitico Amos Gualerzi era mai arrivato a tanto!
L’invito a tutti era quello di rispettare il codice della strada, perchè di fatto si trattava di un raduno…in una Tangenziale a 4 corsie…a traffico aperto…con una inversione a U contromano…roba da Campioni del Mondo…ma anche questo è il bello della Sardegna e di Tonino…rendere possibile quello che nessuno di noi oserebbe mai immaginare…poi a Reggio ci si lamenta se si trovano della auto ferme sui percorsi di gara (a proposito, il percorso della Liegi quella vera ne era pieno!)…ma passiamo alle cronache.
Nel Mediogiro buona prestazione di Zanetti che conquista un 17° assoluto e 5° di categoria, a briciole dal podio nonostante sia partito forse nel momento più ventoso della giornata…COMBATTIVO!
35° assoluto e 4° di categoria Michy Bartoli, che una volta arrivato ha bestemmiato tutti i Santi del calendario, perchè aveva il caghetto a spruzzo, non aveva dormito, era allergico, e c’era stato il piano bar, e c’era troppo umido, e poi troppo vento, e il Vesuvio, e le cavallette…e anche quest’anno sarà li che se la giocherà per la vittoria…grandissimo ma INCONTENTABILE!
Primo dei Vice Presidenti (probabilmente perchè unico al via) Zecchini, che ha subito l’affronto del sorpasso in discesa della prima e vittoriosa donna, tal mascolina Larissa, tanto inguardabile quanto veloce…ai 68 km/h se ne è andata lasciando il nostro preda della disperazione…non si è gettato da un viadotto solo perchè non ce n’erano. Alla fine sarà 86° e 26° di categoria…FRENATO!
Ferraboschi è partito alle prime luci dell’alba per gabbare il Maestrale ed ha portato a casa un piazzamento onorevole; 121° assoluto e 11° di categoria…ONESTO!
Manicardi, Fumarola e Bendotti si sono presentati assieme allo start e per partire insieme hanno millantato conoscenze politiche importanti, poi hanno minacciato rappresaglie con una povera ignara ciclista che pretendeva solo il rispetto degli ordini di partenza, poi hanno promesso indulgenze Papali, poi pare abbiano fatto offerte in natura regalando il proprio corpo a desta e a manca…alla fine ce l’hanno fatta a fare una crono a squadre…nell’ordine si sono classificati Bendotti 153°, Fumarola 164° e Manicardi 182°…DISONESTI!
Nel Grangiro fantastico il “baffo alcoolico” di Cavatorti, che ieri sera ha fatto il pieno e stamattina si è letteralmente mangiato i 18 km della gara; alla fine ha conquistato il 68° posto assoluto e, quel che più conta, il 2° di categoria. Il primo non sarà facile da raggiungere, ma facciamo tutti il tifo per Sergio…INARRESTABILE!
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi