Trasferta pugliese per un portacolori della Cooperatori.

!cid_inlineImage019-05-13 Granfondo del Gargano. ” è una bella giornata di sole al risveglio di Domenica in quel di Monte Sant’ Angelo (850 mt s.l.m.) Dopo una colazione a base di penne rigate , in sella puntando il mare , 16 km di discesa direzione Manfredonia , partenza della GF. Come da programma partenza ore 09:00 , velocità controllata fino a Macchia . Percorso scelto Lungo-133km-2450 mt disl. Dopo la partenza lanciata in località Macchia , subito salita verso Monte Sant’Angelo .Decido di non forzare a tutta e vado su regolare , transito al GPM in un gruppetto che distacco subito , forte della conoscenza a memoria della discesa che porta a Mattinata , per rientrare nel gruppetto davanti con il quale resterò fino a Vieste via litoranea. Giornata calda in cui bere tanto , problema risolto grazie alla presenza della mia ammiraglia munita di ruote di scorta e acqua , con a bordo i fratelli Bernardo Bisceglia e Michele Bisceglia che mi riempiono le borracce ad ogni richiesta , e con grande generosità anche agli altri compagni di gruppo che ne avevano bisogno. da Vieste inizia la lunga salita che porta al Valico del Lupo. Da qui il gruppo dimostra un andatura leggermente superiore e per questo ci stacchiamo e rimaniamo in quattro per tutta la salita. Scollinati il Valico del lupo andiamo via in due e ci attendono 20 km di discesa , molti dei quali in contro vento , prima di giungere nuovamente Mattinata. Da qui mancano una decina di km all’ arrivo con in mezzo una salita di 5km , e dopo un breve sondaggio sulle condizioni del mio compagno di viaggio , decido di staccarlo e fare la mia andatura , superando ancora una decina di corridori , fino ad arrivare al traguardo posto in località Macchia in 41 posizione assoluta e 7 di categoria. Bellissima esperienza alla mia prima partecipazione alla GF del Gargano , gara di casa insieme alla GF Due Passi Matildica di Reggio Emilia della prossima domenica 26 Maggio. Spero di ritornarci il prossimo anno e migliorare la prestazione.”

Pietro Orrini

 

class

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi