Amatori – 16 Novembre 2014

CASTELLO DI SERRAVALLE (BO) – 5^ PROVA TROFEO MODENESE CICLOCROSS
MTB DUATHLONCROSS – UISP
AVEVAMO PREANNUNCIATO GARA DURA … ERA SBAGLIATO … NON DURA … DURISSIMA !!!
VIAGGIO ALL’INFERNO E RITORNO, MA IL “CAPITANO” CENTRA IL PODIO.
E’ stato proprio così domenica all’ interno dell’ “Azienza Agricola La Marmocchia”, l’ accesso era riservato solo a chi aveva gli attribbuti o ai poveri incoscenti che la affrontavano per la prima volta.

INCARTARE_LOGO_PAGINA

I quattro giri in programma con strappi in salita, discese in contropendenza, fango ecc. ecc. hanno messo a dura prova le doti tecniche e fisiche degli atleti in gara, anche i tratti in pari nel fango alla lunga si sono fatti sentire. Ci si presenta in tre: “la Premiata Ditta Aguzzoli” (Wilson in MTB e Marco in X-Cross) e “capitan” Giaroli, note dolenti l’assenza in primis di Denis Bertacchini, capoclassifica M1 e vincitore delle ultime due prove (motivi familiari) e quella del “vice” Zecchini per motivi vari … ( le 7 piaghe d’egitto, il diluvio universale, gli unni capitanati da Attila ecc.ecc.). Primi a partire i “bikers”, per loro il tracciato riservava una salita in piu’ e qui il grande Agu fa sfoggio di un paio di gommine nuove nuove, due saguaro bianchi come la neve (per il gusto estetico il commento lo lascio a voi) che purtroppo resteranno candide solo per pochi metri. Ma il percorso è troppo severo anche per le saguaro e l’audace Wilson soccombe nei “gironi danteschi” di Serravalle convincendosi sempre piu’ ad ogni passaggio che meglio portare a casa la pelle che un posto sui gradini del podio, chiude comunque onorevolmente in 5^ posizione in M4 stravinta come sempre da Garagnani/DnaBike (uno dei pochi a superare gli strappi in salita senza mai smontare dalla mountainbike).
Capitolo a parte per la gara di CicloCross, se si pensava che il passaggio dei “bikers” spianasse o rendesse piu’ facile il percorso creando solchi o tracce piu’ percorribili avveva sbagliato, tutto ancor piu’ viscido, anche il tratto di discesa in contropendeza è diventato una trappola da affrontare, dopo innumerevoli cadute al primo passaggio, dai piu’ a piedi come i due strappi in salita ( a maggior ragione visto che le rapportature delle x-cross spesso in mono corona da 38 o 39 non lo permettevano). I due Marco stringono i denti e non mollano, il piu’ giovane Aguzzoli centra il 7° posto in cat. G1 vinta dal solito Balberini/BicixTutti (dominatore anche dell’assoluta) e il “vecchio” Giaroli si inchina in G4 allo strapotere di Toni/IaccoBike ma centra uno splendido 2° posto. Degno di lode il “terzo tempo” condito da salumi, formaggi, pizze, torte a volontà, ma soprattutto ben annafiato da Pignoletto e Barbera prodotti dall’Azienda che ci ha ospitato, qui i nostri si sono superati dando la paga a tutti e chiudendi le danze per ultimi.
Prossimo appuntamento Castelvetro con la speranza di ritrovare i “cinque dell’apocalisse” agguerriti ed al completo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi