MEETING SOCIALE – 29 NOVEMBRE 2014

Che paciugh…eter che la cola!

Ma i Cooperatori non si fermano davanti a nulla…e nemmeno il Team Barba!
15 eroi, con una rappresentante del gentil sesso, hanno sfidato il fango sui loro destrieri in occasione del meeting sociale di sabato 29 novembre, e fra loro ben 5 giovani atleti del “Guru di Cannara”.
Albinea_Canali_Logo
Il via alle 15 sul classico percorso disegnato in occasione della 1^ prova del Trofeo Modenese, da ripetere per 5 volte, dopo aver sventato un tentativo di golpe di Cavatorti e Maccari, che impauriti dalle sabbie mobili hanno cercato di “tagliare” il boschetto colloso…respinti con perdite dalla fiera resistenza di Capitan Giaroli, che faceva rientrare i propositi rivoluzionari sotto la minaccia di esecuzioni sommarie!
I più svelti alla partenza sono stati i ragazzi del Team Barba, con Gelati che alla prima curva ha preso la testa seguito da Facchini, Ferretti, Scognamiglio e Boccazzi. E i nostri? Un po’ più indietro, con Zecchini, Giaroli e Ori nell’ordine, seguiti via via da tutti gli altri, compreso Redeghieri, organizzatore dell’evento, che controllava tutto dall’ultima posizione.
Mentre Gelati allungava su Facchini, Ferretti e Scognamiglio cominciavano ad accusare la pesantezza del percorso e venivano raggiunti dal tandem dirigenziale Zecchini-Giaroli, mentre Ori finiva ingloriosamente per le terre ad un tornante, perdendo contatto. Intanto conquistava una eccellente 7^ piazza “Donna Milena”, che ha palesato una condizione atletica invidiabile e grande coraggio, mentre il compagno di vita Mario Ferrari era fermo ai box… affaticato dall’allenamento mattutino o “sindrome del coniglio”? Il cronista non si esprime, ma anche l’altro DS, al secolo Alioscia Facchini, ha rifiutato la sfida accusando il Vesuvio e le cavallette ed ha osservato da bordo pista la fatica dei “VERI” atleti…il Team Barba sez. “Antichità” comunque si nasconde…ci sarà un’altra occasione. Chi non affonda sono gli altri concorrenti, che remano faticosamente nel pantano; Mauro Salsi difende la sua posizione dagli assalti del “Baffo alcoolico” Cavatorti e di Maccari, mentre la sfida genitoriale Old Boccazzi vs. Old Gelati prosegue senza esclusione di colpi. E Redeghieri??? Il Grande Marinaio (pareva remare nel boschetto!) proseguiva con difficoltà rischiando più volte di essere inghiottito dal fango. Le posizioni intanto di cristallizzavano e portavano i combattenti a tagliare il traguardo con Giacomo “Young” Gelati vittorioso (doppiato senza pietà, e quindi “cattivo”, Old Boccazzi proprio sul filo di lana) davanti al Manuel Facchini, meritatamente secondo e al “Profeta” Zecchini, che vinceva la guerra intestina con Capitan Giaroli, giunto quarto precedendo Elia Ferretti e Dario Scognamiglio, fiaccati dalla durezza della gara (oltre 35 minuti reali di battaglia) giunti nell’ordine.
Non mollava la settima piazza “Donna Milena”, alla quale vanno i complimenti di tutti, che si è messa alle spalle metà del gruppo dei partenti risultando la prima su MTB, seguita da Mauro Salsi e da Sergio Cavatorti, primo nella speciale classifica per ciclisti in scarpe da ginnastica (improponibile ma mitico!). Decimo e terzo su MTB Fabio Ori, primo però per numero di cadute (ben tre) che lo hanno fortemente penalizzato…per lui è pronta una MTB cingolata per la prossima gara. Undicesimo Claudio Maccari che ha preceduto Marco “Young” Boccazzi, che col dodicesimo posto si è guadagnato la PS3…era il premio in palio per la sfida in famiglia che Fabio “Old” Boccazzi (13°) aveva lanciato all’erede, sicuro di non dover pagar pegno…ma non è andata così e le sue certezze sono affogate nella malta del campovolo…pagare please!!!
Quattordicesimo e “cattivo” Massimo “Old” Gelati, che a sfidare Giacomo non ci ha nemmeno pensato. E Livio Redeghieri?
Pensando di non essere visto il nostro eroe, detto anche “tagliatella”, ha cercato di bypassare il boschetto all’ultimo giro, ma è stato scoperto dal pubblico, cioè Loriano, che lo ha denunciato pubblicamente. Per evitare una umiliante squalifica Livio ha dovuto ripercorrere le sabbie mobili…all’imbrunire non era ancora arrivato…
8 commenti
  1. il gregario
    il gregario dice:

    Oggi in data 01.12 dal boschetto fangoso sono emersi n. 5 scarpe tutte disassortite n. 1 bicicletta cannondale da ciclocross , 2 ruote anteriori e 1 ruota posteriore , manca all’appello ancora capitan Giaroli ( ricercato da subito non avendo presenziato alle premiazioni ) che purtoppo non aveva addosso l’obbligatorio transponder antivalanga le ricerche continuano con le squadre munite di cani provenienti appositamente da Brunico.

  2. "il capitano"
    "il capitano" dice:

    “capitan” Giaroli, visto che era in gara per scaldar la gamba e soprattutto perché è un Cooperatore , è partito subito in bicicletta per Vignola dove lo attendeva la 7^ prova del trofeo Modenese, ha girato fino alla mattina dopo per tener calda la gamba ed ha conquistato degnamente il 3° gradino del podio concludendo la gara a pieni giri. Potete avvertire la protezione civile che il ciclocrossista perso è stato ritrovato e che aveva staccato volutamente il transponder per non far vedere e scoprire cosa è costretto a fare per salire sul podio.
    Ringrazio comunque in primis Livio e poi i presenti per il bel pomeriggio passato insieme, mi dispiace solamente non aver potuto partecipare al dopo gara, ma ero ad incastro tra un trasloco e l’accompagnare mio figlio alla partita di basket, ma do’ una nota di demerito sul diario a tutti quelli che si son persi una giornata in compagnia. Quando si organizza qualcosa per aggregare sarebbe bello vedere qualche presenza in piu’….. meditate ….. Cooperatori !!!
    Cooperatori ???

  3. SUPER AGU
    SUPER AGU dice:

    Capitan Giaroli avvistato domenica 30/11/14 in terra di Vignola in cerca di duroni come integratori presi prima della tappa del trofeo Modenese.
    Effettuava una gara strepitosa nonostante i postumi della cena del venerdì in sede, in preda a un mix di alcol e duroni, che impedivano al Capitano di giungere davanti al mitico Big Florian rivale storico.
    A fine gara Capitan Giaroli si mimetizzava in preparazione della prossima Battaglia.
    Voto: Rimandato a domenica 07/12/14.

  4. Il DS (2)
    Il DS (2) dice:

    Com’è che l’anno scorso non avevi scritto tutta questa prosopopea pleonastica? Forse perchè ammaccato dall’esserti inciampato rovinosamente negli assiti ed aver preso a tua volta sonora paga dalla gentile signora?

  5. "il capitano"
    "il capitano" dice:

    Ehi “profeta” c’è qualcuno che ce l’hai con te ( vedi il commento del DS (2))

  6. Il Profeta
    Il Profeta dice:

    Non so di cosa state parlando; DS2 è un Signore…e poi non ricordo ne assi, ne cadute, ne paghe…sarà l’età!; Quel che è vero è che eravamo un po’ in pochi sabato.
    Spero che alla prossima occasione, se si presenterà, i numeri siano diversi.
    Se qualcuno ritiene di avere delle onte da lavare, cosa ci può essere di meglio che farlo in bicicletta?
    L’importante in questi casi è partecipare, con qualsiasi mezzo ed in qualsiasi condizione di forma, senza prendere, per una volta, le cose troppo sul serio…alla fine le risate e le prese in giro saranno il ricordo migliore di una giornata passata in compagnia di amici.
    Affilate i coltelli e gonfiate le ruote…

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi