24/4/2016 – GRANFONDO GIRO DEI TRE LAGHI

TANTI I NOSTRI ATLETI IMPEGNATI, TRA TUTTI ENNESIMA GRANDE PRESTAZIONE DI ORRINI, 11° ASSOLUTO E 3° DI CATEGORIA, STEFANO “TURBO” SALSI, 57° ASSOLUTO E 6° DI CATEGORIA, MATTIA CERBO 63° ASSOLUTO E 10° DI CATEGORIA.

3° manifestazione della Coppa Lombardia, che l’anno scorso ci ha visto protagonisti, e tanti i Cooperatori presenti, chi per una breve vacanza sul lago, chi per approfittare di una nuova tappa di avvicinamento alle prossime importanti prove che ci aspettano.

due percorsi, un lungo di 142 chilometri con un dislivello di oltre 2000 metri e la mediofondo di 107 chilometri lungo i quali il dislivello da superare è stato di 1600 metri.

Albinea_Canali_Logo

partenza alle ore 8.30 da Prevalle (Bs), con gli atleti indirizzati verso la sponda occidentale del Lago di Garda. Dopo aver costeggiato il lago fino a Gargnano, la prima salita di giornata: circa sette chilometri verso Navazzo, con una pendenza media del 5,2% e solo alcuni brevissimi passaggi più impegnativi.

Dopo un breve tratto interlocutorio, sfiorando il Lago di Valvestino il percorso proseguiva poi l’ascesa verso Capovalle, lunga anch’essa sette chilometri e leggermente più impegnativa della precedente.

Allo scollinamento, la lunga discesa verso il Lago d’Idro e raggiunto il fondovalle, la corsa si indirizzava verso Nozza dove era collocata la biforcazione dei tracciati. La granfondo affrontava l’ascesa di Pertica Alta, lunga nove chilometri e con pendenze comprese tra il 6 e l’8%, toccando anche un quarto lagoquello di Bongi, prima di ricongiungersi nuovamente alla mediofondo, sempre in località Nozza.

I due tracciati poi condividevano il finale di gara, trovando nella salita di Odolo l’ultima asperità, quasi sei chilometri, sempre pedalabili, l’ultima fatica prima della discesa e l’ultimo breve raccordo che riportava  a Prevalle, al traguardo finale.

Dicevamo, diversi i nostri atleti presenti. Pietro, libero da impegni di classifica, si è dedicato al lungo per mettere kilometri in pancia e proseguire la preparazione al massimo risultato nel brevetto dell’Appennino. La sua una prestazione superlativa, tutta all’attacco, gli permette di giungere poco distante dal vincitore, ex biker, e dal podio e con una media impressionante coglie un 3° posto di prestigio a pochi secondi dal 2° posto. Forse una volata più cattiva gli avrebbe permesso di cogliere un risultato ancora più importante, ma va benissimo così.

Stefano Salsi, corona l’ennesima ottima prestazione della sua carriera, con il leggero rammarico di essere arrivato ad un passo dal podio premiazioni. Davvero peccato, ma complimenti anche lui.

Mattia, non finisce più di stupirci. Al primo vero anno nelle competizioni, solo dopo 5 gare, giunge per la prima volta nei 100, e per la prima volta nei primi 10 di categoria. Ormai attendersi da Cerbo grandi prestazioni future non è più un’utopia.

E gli altri……bene tutti, a partire da Milo Cuccolini, in forte crescita dallo scorso inverno, che centra un 26° di categoria,Roberto Addonizio, Stefano Mercati e Mario Peri, giunto staccato solo per colpa di una foratura.

Nella medio fondo, invece, solo due atleti: Roberto Camorani e Emanuele Caroli, tornato finalmente alle corse dopo la Liegi-Bastogne-Liegi di 3 anni fa.

Roberto, lo stakanovista delle granfondo, disputa questa gara con tranquillità, senza prendersi rischi sulle strade bagnate dalla copiosa pioggia della notte precedente, e si allena per i prossimi impegni. Solo un 26° di categoria, nella seconda metà del gruppo. Emanuele si diverte e si gode l’uscita fuori porta, giungendo a quasi 13 minuti da Roberto.

A voi le classifiche…………

_classifica_GF GIRO DEI TRE LAGHI – GRANFONDO

_classifica_GF GIRO DEI TRE LAGHI – MEDIOFONDO

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi