20191001_184135

20° WORLD PRESS CYCLING CHAMPIONCHIP- TREVISO
Oltre cento giornalisti provenienti da 14 paesi europei ed extraeuropei hanno invaso Treviso per questa tre giorni riservata ai Mondiali della Carta Stampata. Il programma gare mette in pista una Prova a Cronometro il venerdì , una 300 mt da fermo il sabato e la Prova in Linea domenica sulle colline del Valdobbiadene all’interno della GF Prosecco Cycling. Il bello per i nostri colori e soprattutto per il nostro Giovanni comincia proprio il venerdì nella prova a Cronometro, pane per i suoi denti dove è detentore del Titolo Tricolore, niente da fare per la sebben forte concorrenza d’oltrecortina nella categoria M3 infatti il russo Andrey Kondrashow e l’ ucraino Yosyf Pazyak devono inchinarsi al nostro “Jo” sui gradini bassi del podio al secondo e terzo posto, per Giovanni maglia iridata e medaglia d’oro impreziosite dal tricolore a garrire sul pennone piu’ alto e inno di Mameli. Il sabato gara non adatta alle sue caratteristiche, lui è più una locomotiva che uno sprinter, finita con un comunque onorevole quinto posto, ma il bello viene la domenica, è qui che il nostro “Flying Journalist” si supera, tra i vigneti del Valdobbiadene e “l’aspro odor de’ tini” su un percorso ricco di mangia e bevi Giovanni si supera ed è nuovamente Campione del Mondo M3 anche nella prova in linea staccando di un niente l’altro italiano Paolo Aresi, e lasciando al terzo posto l’oloandese Peter De Groot. Sempre all’ombra del tricolore e sotto le note di Mameli è niente po po di meno che Cristian Ghedina questa volta ad incoronarlo “Re” di questa ventesima edizione dei Mondiali Giornalisti. Anno spettacolare per Giovanni che aggiunge ai tre titoli già conquistati predecentemente queste due ulteriori ciliegine sulla torta, lo aspettiamo al più presto per festeggiare nella speranza che da Treviso abbia portato a casa oltre a maglie e medaglie anche fiumi di prosecco. Grazie da tutta “la banda” Cooperatori per questi nuovi trofei che andranno ad arricchire la bacheca societaria e orgogliosi di averti tra le nostre fila, lo “Spartacus” de noaltri .

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi